Tegole Eternit: come rimuovere le coperture in amianto?

I rischi delle tegole in eternit sul tetto

I tetti fatti con tegole in eternit, quando le tegole sono sono intatte e ben tenute, sono perfettamente sicuri. È quando le tegole diventano friabili che rappresentano un rischio per la salute. Le tegole di amianto sono friabili quando diventano troppo vecchie, sottoposte a sollecitazioni fisiche come vento e neve, troppo asciutte per il sole o troppo infiltrate dall’acqua.

In ogni caso le tegole si considerano friabili quando collassano con la pressione della mano. In questi casi, tutta la polvere d’eternit può liberarsi dalle tegole per finire nell’aria, da dove può essere inalata. Per questo motivo, quando si rimuovono le tegole d’eternit, è molto importante farlo rompendo il minor numero possibile di pezzi e trattando con estrema cautela i pezzi già rotti o danneggiati.

Identificazione della presenza di coperture in amianto

Le tegole prodotte tra gli anni ’20 e gli anni ’70 possono contenere fino al 70% in peso di amianto. Quando non si è sicuri che le vecchie tegole contengano amianto, si consiglia di adottare misure adeguate di rimozione dell’amianto per ridurre il rischio di esposizione nociva.

Anche se la copertura in sé non contiene amianto, colle e adesivi usati per fissare alcuni componenti della copertura e il materiale termoisolante, può contenere amianto.

In generale, non rimuovere, trapanare, carteggiare o manipolare in altro modo, qualsiasi rivestimento del tetto prima di assicurarsi che non contenga eternit.

Vedi anche  Costo Smaltimento Eternit al mq, Rimozione Eternit Prezzi

Una normativa specifica per i tetti in amianto tutela la salute

Qualsiasi copertura che contiene più dell’1% di amianto è una copertura in amianto. Il decreto legislativo 81/08 sull’amianto regola smantellamento, rischi e protezione connessi all’eternit.

A Latina e provincia è possibile rivolgersi ad un’azienda specializzata e autorizzata per rimuovere le tegole in amianto, sia intere che frantumate. Prima di iniziare la rimozione vengono prese appropriate precauzioni per evitare la dispersione aerea delle sottilissime fibre del minerale cancerogeno.

Un tempo l’amianto veniva aggiunto al materiale di costruzione per prolungarne la durata, ma oggi questo materiale è stato messo al bando poiché si è dimostrato altamente nocivo per la salute umana. La rimozione diventa essenziale per prevenire future esposizioni alle fibre di amianto, ma, per legge, le strutture rotte o deteriorate in eternit vanno smantellate e l’area bonificata.

Equipaggiamento per la rimozione di tegole in amianto

Prima di rimuovere le tegole in eternit occorre indossare indumenti protettivi, guanti e stivali spessi e indossare un respiratore HEPA che abbia una classificazione N-100, P-100 o I-100 NIOSH omologato per la protezione dall’amianto, poiché le normali maschere antipolvere non filtrano le fibre di amianto.

L’obiettivo è proteggere gli operatori e le persone presenti da eventuali polveri che potrebbero distaccarsi durante le operazioni di smantellamento delle tegole. L’obiettivo è di rimuovere per quanto possibile il maggior numero di tegole senza frantumarle.

Lo smantellamento delle tegole può avvenire secondo diverse procedure, a seconda dello stato del tetto, del tipo di substrato e dell’esistenza o meno di parti incollate. È possibile inondare la parte da smantellare con acqua tiepida, oppure coprire le tegole con ghiaccio secco, oppure solventi adatti.

Vedi anche  Costo Smaltimento Eternit al mq, Rimozione Eternit Prezzi

Nella maggior parte dei casi si bagnano le tegole con acqua modificata, per rendere più facile il lavoro di rimozione e ridurre la quantità volatile di fibra di asbesto. L’acqua modificata contiene un tensioattivo, un agente bagnante, che riesce a penetrare le tegole stabilizzandole. Una volta allentata la copertura, le tegole vanno rimosse dai bordi con l’aiuto di una spatola.

Tutta l’area di lavoro va protetta con teli di plastica per la raccolta di fibre nell’aria e le tegole rimosse devono essere sigillate, con particolare attenzione a quelle frantumate. Terminato lo smantellamento del tetto, gli imballi contenenti le tegole, i teli di copertura e l’ abbigliamento da lavoro vanno sigillati e avviati allo smaltimento.

A chi rivolgersi per la sicurezza della salute?

Se hai il sospetto che il tuo tetto contenga amianto rivolgiti ad un’azienda specializzata autorizzata a rimuovere e smaltire le tegole in eternit. Assicurati che il tuo amianto venga conferito in discarica e non abbandonato. A Latina e provincia abbiamo l’attrezzatura adeguata e l’esperienza per utilizzare i metodi di smantellamento adatti a ridurre il rischio sanitario dovuto all’esposizione all’amianto, inoltre smaltiamo solo nelle discariche certificate. Chiedi un sopralluogo per la valutazione della tua copertura e un preventivo gratuito.